Le Capere vi accompagnano in un nuovo percorso alla scoperta della storia del Corso Umberto I, conosciuto dai napoletani come il Rettifilo, la strada del Risanamento per eccellenza che collega piazza Garibaldi a Piazza Bovio.
Nel 1884 Napoli fu colpita da un’epidemia di colera, evento che condusse la Matilde Serao a scrivere “Il Ventre di Napoli” per denunciare le condizioni in cui versavano gran parte dei napoletani, ponendo l’attenzione sulla situazione di difficoltà del Mezzogiorno d’Italia rispetto al resto del paese. “Bisogna sventrare Napoli” e celata la povertà, prese forma il Rettifilo lungo quasi due chilometri, che tagliò letteralmente in due il ventre di Napoli.

Percorreremo la storia dei palazzi e delle chiese che affacciano sul corso, inizieremo con la visita di San Pietro ad Aram, dove si custodisce l’Ara Petri, ovvero l’altare su cui pregó San Pietro durante la sua venuta a Napoli. Racconteremo della bellissima fontana della Spinacorona, conosciuta come la fontana delle zizze. La conoscete la leggenda di Colapesce che si nasconde a Mezzocannone?Giunti a Piazza Bovio concluderemo il nostro viaggio nel tempo con le opere di arte contemporanea che si custodiscono nella stazione metro Università.

Non un semplice itinerario, ma una passeggiata ricca di storia, leggende e inciuci culturali!
APPUNTAMENTO DOMENICA 11 DICEMBRE ORE 10:30
Inizio tour ore 10.45
Corso Umberto I – ingressi Basilica di San Pietro ad Aram n. 292.
DURATA 2 ore circa
CONTRIBUTO 12 euro a persona comprensivo di guida abilitata e noleggio radio.
Bambini fino a 6 anni gratis.
Riduzione ragazzi dai 7 ai 18 anni 10 euro
INCLUDE
Guida Abilitata
NON INCLUDE
Pick -up

⭐PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA⭐
🌐 www.lecaperetour.it
📩 lecaperenapoli@gmail.com
📲 3289705049 | 3274910331
(Numeri attivi dalle 9.00 alle 19.00)

N.B. In fase di prenotazione si prega di specificare: cognome, numero di persone ed un recapito telefonico attivo. Per qualsiasi informazione non esitare a contattarci!

SI RICORDA CHE:
– L’uso della mascherina è obbligatorio;
– Il gruppo sarà piccolo ma sarà necessario un distanziamento di almeno 1 metro tra ogni partecipante;
– Ogni persona avrà una radiolina sanificata per poter ascoltare, anche distanziata, la guida. Ogni radiolina ha un laccio monouso.